Il Cammino

Carissimi

Voglio raccontarvi  una mia esperienza  che ho vissuto  da Master Reiki in una sessione del  primo livello di Reiki, con alcuni adulti e due bambine, una di sette anni e l’altra di otto.  Prima di iniziare il seminario mi sono chiesta come avrei dovuto impostare un linguaggio comprensibile per la loro età, un rompicapo che è durato pochissimo, terminato  con una decisione improvvisa, non potevo fare di meglio che  usare il  linguaggio universale, quello che si crea  nello spazio Sacro, quando si inizia a parlare del Reiki, quello che sarebbe accaduto in quel momento era perfetto, quindi ho messo in atto il primo dei 5 principi del Reiki: “Per oggi non preoccuparti.” Mentre spiegavo potevo osservare l’attenzione delle due bimbe e degli adulti che non c’era differenza tra loro, l’energia di quello spazio li aveva resi uguali, di pura  innocenza e di alta sacralità, vedevo nel volto degli adulti, commozione, fiducia e fede, fede nell’essere li senza spazio e senza tempo, perché è quello che si prova quando siamo nel Reiki, la Sua natura è Unicità, in questo modo l’innocenza di  quei due angioletti, hanno potuto resistere nell’attenzione tranquillamente per circa 2 giorni.

Finita la prima parte di teoria siamo passati alla pratica, iniziando l’auto trattamento con una serietà composta fatta con naturalezza che solo nei bimbi, senza schemi e pregiudizi è possibile vedere,   il trattamento completo che dura un’ora, erano completamente assorbiti, si vedeva come loro percepivano il Reiki ponendo le mani chiudendo gli occhi entrando all’interno in una meditazione profonda in cui ci porta il Reiki.

Il Reiki è un veicolo che porta l’uomo verso la Luce verso la conoscenza,ho imparato molto da questa esperienza anche se non’è la prima volta che ho sessioni di bimbi, ogni volta è stato sempre diverso.Questa volta ho vissuto il Reiki con tanta leggerezza e facilità, assorbendolo più in profondità, nella mia Maestria. Con rispetto e Amore Rita.

 

home page